Chi va a Lampedusa lo fa ovviamente per il mare e le calette di Lampedusa sono tra le più belle al mondo.

Nel post della scorsa settimana, che trovate qui, vi ho parlato di cosa fare a Lampedusa oltre a sole e mare. Tornando alle calette, voi sapreste quale scegliere?

Ovviamente avendo il tempo necessario andrebbero visitate tutte, ma non sempre si può e quindi si deve fare un minimo di selezione.

In linee generali possiamo distinguere le calette di Lampedusa tra nord e sud: a nord quelle più verso il mare aperto in cui troviamo scogli, pesci e sassi, a sud quelle con sabbia e mare più tranquillo.

In questo post ho deciso di parlarvi delle calette di Lampedusa a nord, quelle in cui è meglio andare provvisti di fantastiche scarpette di gomma per camminare sugli scogli.

– Cala Francese

Un post condiviso da lukyliuke (@lukyliuke) in data:


Partiamo da questa cala, abbastanza grande, in cui le scarpette non sono essenziali.

Ci sono due stabilimenti, Sciatu Persu è sicuramente il mio preferito: gestito da un signore molto simpatico, è una spiaggia che definirei ospitale ed adatta alle famiglie.

Vi offrono il caffè appena arrivati e caffè freddo durante la giornate.

Scarpette: non essenziali

Mare: acqua un po’ torbida nel pomeriggio

Ambiente: spiaggia tranquilla, poche persone e diverse famiglie con bambini.

Spiaggia libera: pochi posti sugli scogli

Costo: 15€ due lettini ed un ombrellone. Pausa pranzo economica.

– Cala Uccello


Una piccolissima e lunghissima caletta gestita da un ragazzo simpatico.

Qualche scoglio libero (cosa rara a Lampedusa) in cui prendere il sole e fare il bagno senza troppa gente e chiasso.

Scarpette: molto utili

Mare: acqua un po’ torbida nel pomeriggio ed in generale non limpida come in altre calette

Ambiente: pochissime persone

Spiaggia libera: qualche posto sugli scogli

Costo: 15€ due lettini ed un ombrellone

– Cala Pisana

Un post condiviso da Federica (@itsfederica_) in data:


La mia seconda caletta preferita di Lampedusa grazie al mare spettacolare: l’acqua è stata assolutamente trasparente per tutta la giornata ed è stato bellissimo fare snorkeling.

Ci sono due “spiagge”: una di sabbia che si riempie subito di famiglie ed una nella piattaforma di cemento con accesso diretto al mare.

Detto così non sembra il massimo, ma era la mia preferita.

Scarpette: utili soprattutto per entrare in acqua

Mare: acqua trasparente

Ambiente: frequentato, ma tranquillo.

Spiaggia libera: diversi posti nella spiaggia di sabbia ed anche nella zona della piattaforma

Costo: 15/20€ due lettini ed un ombrellone

Un post condiviso da Jack (@jackcosentino28) in data:

– Cala Creta

Un post condiviso da Mila (@billy.mila) in data:


La caletta vip di Lampedusa che si trasforma in discoteca la sera. Lettini di lusso, bar curato e costi esorbitanti.

I lettini sono praticamente sul mare e per fare un bagno si deve passare dagli scogli. Il mare qui è più mosso che nelle altre calette che sono invece più riparate, non è adatta ai bambini. E’ più una caletta per coppie mature alla ricerca della tranquillità senza bambini urlanti.

Scarpette: essenziali

Mare: acqua trasparente

Ambiente: tranquillo

Spiaggia libera: massimo 2/3 posti

Costo: 30€ due lettini ed un ombrellone

– Mare morto

Un post condiviso da Emiliano (@emilianopecis) in data:


Ho visto questa caletta solo dall’alto e non ho molte informazioni ahimè. Ad ogni molto è l’ultima caletta di Lampedusa a nord, la più ricca di scogli e sassi dove ammirare pesci e soprattutto polipi attaccati alle rocce.

Scarpette: essenziali

Mare: acqua trasparente

Ambiente: abbastanza frequentata

Le mie calette di Lampedusa preferite quindi avete visto essere Cala Francese e soprattutto Cala Pisana per la sua acqua trasparente.

Ma a sud ci sono tantissime altre spiaggie bellissime non che la mia preferita dell’isola. Quale?

Nel prossimo post vi parlerò di tutte le caletti di Lampedusa a sud dell’isola!