Lo scorso weekend, se mi avete seguito su Instagram, saprete sono tornata in Valle d’Aosta.

Dopo la mia gita a Gressoney di qualche tempo fa, di cui vi ho parlato in questo post, abbiamo passato due giorni vicino a Saint Vincent.

Sulla strada per il paese del celebre del Casinò, oltre a castelli e forti già visitati in passato, mi sono imbattuta nel Castello di Issogne.

Da fuori meno scenografico del Castello Savoia e di quello di Fenis, l’interno è però molto ricco e ben arredato.

visitare il Castello di Issogne

Una volta arrivati ad Issogne, dopo una pausa pranzo veloce ad Ivrea, subito veniamo catapultati nella visita guidata all’interno del Castello (il tutto per 3.50€ a me testa – per gli iscritti FAI – altrimenti 5€).

Ecco perchè visitare il Castello di Issogne.

L’albero in ferro battuto

Una volta valicata la porta del Castello, nel bellissimo cortile che si apre alla vista, appare davanti a noi un albero di melograno.

Ma non un albero vero e proprio, un albero in ferro battuto perfettamente riprodotto.

E nemmeno un albero se guardate bene, è una fontana: attiva fino a pochi anni fa, sembra davvero un albero dal tanto è realistica, si mimetizza perfettamente con la natura circostante.

Curiosità: i frutti dell’albergo sono indubbiamente melograni, ma le foglie sono di quercia.

Questo perché il signore del Castello, Giorgio di Challant, fece costruire questo “albero” in occasione del matrimonio del figlio: melograno simbolo di castità e famiglia, quercia simbolo di forza e antichità.

visitare il Castello di Issogne

Le incisioni

Altro motivo per cui visitare il Castello di Issogne? Le sue incisioni!

I dipinti bellissimi del porticato ti fanno subito notare una delle particolarità del Castello: delle incisioni sui muri che sembrano vandaliche.

Il Castello di Issogne infatti è noto perché visitatori, ospiti, ma anche servitù e gli stessi conti, hanno lasciato negli anni incisioni sulle sue pareti.

Non incisioni qualsiasi, ma poemi, versi, bellissimi disegni di cavalli e teoremi: ognuno lasciava una traccia del suo passaggio sulle pareti, ciò che si voleva trasmettere ai posteri.

visitare il Castello di Issogne

Gli interni

A differenza di molti altri castelli della zona, questo mantiene grossa parte dei suoi arredi interni. Non sono gli originali, conservati a Torino, ma fedeli copie.

E anche se sono copie sono davvero ben fatte e di ottimo pregio, una su tutte le panche realizzate con legno intagliato nella sala di rappresentanza.

visitare il Castello di Issogne

Ciò che si è mantenuto nel tempo sono alcuni pavimenti ed altri soffitti a cassettoni, bellissimi con i loro decori e colori.

visitare il Castello di Issogne