Il Museo del Vino è sicuramente una delle principali attrazioni di Bordeaux.

La città ha investito molto su questo maestoso edificio sulle sponde della Garonna. Inaugurato nella primavera del 2016, cosa poteva rappresentare al meglio la città di Bordeaux?Un museo del vino ovviamente!

L’edificio in sè è realizzato con una miriade di pannelli di vetro riflettente adagiati su una struttura di legno che sovrasta la città ed entra di propotenza nel suo sky-line. L’architettura ricorda un pò il Guggheneim di Bilbao ed in generale tutte le opere di Frank o’Gehry.

Come è suddiviso il Museo del Vino?

Il museo è caratterizzato da due piani espositivi principali. Oltre a questi sono presenti un ristorante ed una terrazza panoramica in cui fare una degustazione inclusa nel biglietto.

Essendo l’edificio nuovissimo è a tratti quasi spogli. Nel primo piano per ora c’è solo una cronostoria fotografica sulla realizzazione dell’edificio, dai primi scavi all’inaugurazione.

Citè du Vin

Il secondo piano è quello strettamente relativo alla storia del vino: l’esposizione non punta ad esaltare solo ed esclusivamente il vino Francese, ma il vino in sè, indipendentemente da dove esso venga prodotto.

L’installazione è molto interattiva e riesce a coinvolgere il visitatore con video, schermi touchscreen ed esperienze olfattive.

Citè du Vin

Ci sono sale in cui vengono ricostruiti momenti storici per scoprire vari aspetti della storia e delle caratteristiche del vino. In una sala verrete catapultati su di una barca per comprendere come veniva trasportato durante il vino durante i secoli.

In un’altra troverete la ricostruzione 3D di una cena tra personaggi storici che esprimono le loro opinioni circa i vini che stanno degustando.

Tramite una grande ricostruzione delle classiche pompette da profumo medioevali si possono “sentire” i vari aromi presenti nel vino francese piuttosto che in quello italiano.  

Citè du Vin

Nel costo del biglietto, 20€, sono inclusi un’audioguida molto utile ed un calice di vino a scelta.

La visita in sè potrebbe occupare anche un’intera giornata, ma per avere un’infarinatura generale, una mezza giornata è più che sufficiente (dopo un pò il mio livello di attenzione cala in modo repentino). Qui il link al sito del Museo.

Lasciate giacche e cappotti al piano terra: c’è un guardaroba, anche se non troppo visibile, e degli armadietti appositi.

Per raggiungere la Città del vino si può comodamente prendere il tram linea B dal centro città, direzione Berges de la Garonne. Se non siete vicini alla linea B vi basterà cambiare a Quinconces.

Consiglio : andare nel pomeriggio vi consentirà di poter vedere il tramondo sulla città, sui campanili di Saint  Michel e Saint Andrè e sulle acque della Garonna.

Al prossimo post su Bordeaux, la città del vino!