Qualche settimana fa, girovagando su internet ho letto un post: parlava di un viaggio che volevo fare da tanto tempo, di un paese affascinante e della grande storia.

Quel post ha risvegliato in me il desiderio di partire, di visitare quel paese diverso da tutti quelli che ho visitato fino ad ora: occidentale certo, ma non troppo turistico e molto diverso dai paesi europei.

Una cultura che conosco poco, un paese ermetico, un’architettura da fiaba, distanze enormi e grandi leggende dietro il suo nome.

Dopo poche settimane ho prenotato il mio volo, la prenotazione più veloce di sempre, e a Marzo finalmente visiterò questo paese.

Di quale paese sto parlando?

Della terra degli zar, di quella di Anna Karenina, della terra del balletto e il paese dell’Ermitage…

A marzo andrò in Russia!

La Russia in inverno

Non si poteva andare in Russia d’estate, senza testare e vivere l’inverno russo. Certo a Marzo in Russia l’inverso sarà quasi alla fine, ma viste le temperature attuali che si assestano sui -10°, credo vivevo ancora un pò di inverno…per poi tornare ed iniziare finalmente la primavera.

Il viaggio in treno di Anna Karenina

Altro motivo per cui fare questo viaggio: in treno da Mosca a San Pietroburgo, come l’eroina del romanzo di Lev Tolstoj. Anna Karenina alias Keira Knightley che viaggia tra le due città con i suoi abiti e cappelli bellissimi, in questi vagoni caldi con un panorama innevato e ghiacciato fuori. Non sarà proprio lo stesso a Marzo in Russia, qualche centinaio di anni sono passati, ma confido di rivivere in minima parte le atmosfere del libro.

L’Ermitage

Avete mai visto una foto dell’Ermitage? Del lusso assolutamente sfrenato dei suoi interni? Un tempo è stata la dimora dei Romanov, è un museo ed un palazzo leggendario, che anche solo da una fotografia lascia a bocca aperta.

Un post condiviso da Мария (@_wrigller) in data:

Piazza Rossa e San Basilio

Più che Piazza Rossa non vedo l’ora di vedere dal vivo il capolavoro architettonico che è San Basilio. Sicuramente avrete visto una foto di questa Cattedrale Ortodossa, è il simbolo di Mosca e forse anche di tutta la Russia. Bellissima, forse perché così lontana dall’architettura dei nostri luoghi sacri.

Izmailovo e Cattedrale del Cristo Salvatore

Una chicca, un palazzo che sembra uscito da una fiaba, ma che è in realtà un mercatino delle pulci. La seconda, una cattedrale bianca e dorata che non so perché a me ricorda molto il Taj Mahal d Agra (la foto è in copertina la trovate qui)

Un post condiviso da Антон (@votan_meister) in data:

Le aspettative sono alte, i voli e gli hotel sono prenotati, il visto in via di definizione. Non resta che rivedere Anna Karenina, ripassare il cirillico e poi si parteeee per un Marzo in Russia.