Il weekend trascorso, un po’ per riprenderci dalla prima settimana lavorativa, siamo stati in Valle D’Aosta.

Il tempo era bellissimo: la valle mi piace molto con un clima grigio e piovoso, ma anche con il sole devo dire che non è male. Un po’ meno romantica e fascinosa, ma sempre bellissima.

Siamo stati nella prima Valle che si incontra, nella vallata di Gressoney: abbastanza vicino a Milano e Torino, il paesino di Gressoney, a 1400 mt circa, è noto per una pista da sci di fondo e per la sua spettacolare vista sul Monte Rosa. In realtà i paesini che insieme formano Gressoney sono due: Gressoney-La-Trinité e Gressoney-Saint-Jean. Io sono stata in quest’ultimo, quello più in basso nella vallata.

Gressoney in bassa stagione

Gressoney in bassa stagione

A Gressoney in ottobre è bassissima stagione: molti hotel sono chiusi, i ristoranti aprono solo la domenica e i turisti sono pochi. Se cercate divertimento serale andate in un altro mese…sempre che lo troviate 😊

Ovviamente ciò che caratterizza di più il paesino è la vista sul Monte Rosa che non è un singolo monte ma un massiccio!! Lo sapevate? Io ovviamente no!

Al tramonto il paesaggio si dipinge di rosa e si può facilmente intuire da cosa derivi il nome del massiccio.

Gressoney in bassa stagione

Il paesino è molto carino, tenuto benissimo, pulito e molto caratteristico. Tipiche sono le case Walser, dal nome della popolazione tedesca che abitò queste zone nel Medioevo, molto carina anche la Chiesa di San Giovanni Battista e l’edificio del Comune, vecchia dimora di un barone della zona.  In centro paese ci sono negozi che vendono dolci, le famose tegole, qualche baretto caratteristico.

Gressoney in bassa stagione

Lo “Snack Bar” del centro sembra essersi fermato negli anni ’80 con gli arredi rossi ed il bancone di acciaio. La torta di pinoli e crema pasticciera sembra buonissima e perfetta per una merenda… tornerò ad assaggiarla (due settimane di Grecia mi hanno molto provato).

Il Lago Gover e le sue acque verde smeraldo

A Gressoney c’è una pista da fondo abbastanza frequentata in inverno e proprio accanto c’è un lago artificiale: nulla di eccezionale, ma il paesaggio che si crea con lo sfondo del Monte Rosa lo rende fantastico e perfetto per qualche foto da incorniciare.

L’acqua azzurrissima in contrasto con le cime del Rosa innevate, i ponticelli di legno per attraversare il laghetto e gli chalet tutti attorno lo rendono bellissimo.

Certo, potrebbe essere tenuto meglio, l’acqua potrebbe essere più pulita e si potrebbe eliminare l’enorme tubo di scarico vicino alla riva. A parte ciò, è il luogo di ritrovo degli abitanti, perfetto per un pic-nic o per un pranzo con “vista”.

Gressoney in bassa stagione

Il camping Margherita

Per dormire, abbiamo scoperto questo camping “alternativo”. Non è il classico campeggio di tende e roulotte, ma ci sono anche dei modernissimi e super attrezzati chalet. Tutti in legno, con cucina, barbecue, sdraio, tavoli all’aperto e tutto ciò che può servire. Il tutto a 60€ a notte, a Gressoney in bassa stagione ovviamente.

Si può stare con le sdraio a guardare le stelle coperti da mille strati di pile, svegliarsi con una vista sul Monte Rosa, oppure rilassarsi nella sauna o nel bagno turco del camping.

Gressoney in bassa stagione

Oltre a questo, a Gressoney in bassa stagione non si può non visitare il Castello Savoia..magari arrivandoci con una bella passeggiata da centro paese…ma di questo vi racconterò nel prossimo post.

Se nel mentre volete altri spunti su possibili gite in questa zona, qui vi ho parlato del mio pomeriggio al Forte di Bard.