Durante la mia ultima vacanza ho raccolto un pò di aneddoti e curiosità sulla Danimarca che mi hanno abbastanza stupito.

Sarà che per me, per noi, sono inusuali, mai sentite, ma a me sembrano anche piuttosto strane e bizzarre. Fatemi sapere se voi sapevate già queste curiosità sulla Danimarca.

Biciclette?Si ovvio, ma anche elettriche

I danesi vivono in bicicletta. Le piste ciclabili sono più organizzate delle strade, tutti hanno una bici ed è il loro principale mezzo di trasporto.

I danesi vanno in bicicletta in gonna, in abito, con i tacchi, con il brutto ed il cattivo tempo. E’ proprio uno stile di vita.

Avete presente le “cargo bikes“, le tipiche biciclette a tre ruote con una sorta di carrellino per trasportare i bambini sul davanti? Ce ne sono tantissime e nel weekend ho visto anche papà che trasportavano mamma e due bambini.

Ma c’è il trucco….molte sono elettriche . Furbi questi danesi.

 

Un post condiviso da Luiza Andreea (@luizzalui) in data:

I bambini dormono all’aperto…ed in culla

Sapete che davvero i danesi, e molto probabilmente anche altri popoli Scandinavi, lasciano i bambini a dormire all’aperto?

Mentre i genitori sono a cena in un ristorante, o a bere un cocktail in un bar, i bambini stanno all’aperto, fuori dal locale: in questo modo si evitano gli sbalzi climatici (caldo/freddo, dentro/fuori) che potrebbero far ammalare il bambino.

Questo a volte lo fanno anche a casa, facendo dormire i bambini sul balcone.

Non commento troppo il fatto perchè a me pare veramente assurdo. Voi lo fareste?

I danesi sono healty…o quasi

Altra curiosità sulla Danimarca: non mangiano pane bianco perchè contiene troppi zuccheri.

Mangiano il loro pane nero, di segale, pesantissimo e super denso. E anche abbastanza insapore, diciamocelo.

Corrono, fanno un sacco di attività fisica tanto che i parchi sono sembre stacolmi (il che è molto positivo), prendono un sacco di integratori (ma davvero un sacco!), girano in bicicletta tutto il giorno tra ufficio, scuole, asili e supermercati.

Ma mangiano alle 18. Mangiano così presto che poi, durante il classico film della sera, iniziano ad ingurgitare una quantità infinita di Haribo e di patatine.

E poi lo Smørrebrød pare leggero, ma se viene farcito all’inverosimile  

 

Un post condiviso da Hallernes Smørrebrød (@hallernes) in data:

I negozi Danesi sono i migliori

Tiger a parte, che è danese, ed è uno dei miei negozi preferiti, anche Pandora è danese, mai lo aver detto, pensavo addirittura fosse italiano.

Ma il miglior negozio in assoluto è secondo me Søstrene Grene: un mix tra tiger (come prezzi), maison du monde (come tipologia di prodotti). E’ il negozio perfetto, per donne ovviamente, in cui spendere soldi alla ricerca di cose sfiziose e particolari.

Nel negozio in centro a Copenaghen c’è anche uno scivolo, al piano superiore, che ti porta al piano terra, verso l’uscita. Speriamo che lui ed il suo scivolo arrivino presto anche in Italia 

 

Un post condiviso da Søstrene Grene (@sostrenegrene) in data:

Facciamoci un bagno nel canale

Vi faresti mai il bagno in un canale cittadino? Io no, ma a Copenaghen forse si.

Dal 2000 la città ha iniziato un’importante riqualifica delle sue acque che stavano diventando troppo inquinate. Il risultato? Ben quattro punti balneabili in città con controlli costanti che garantiscono la pulizia delle acque.

A Brygge, Svanemøllen, Sluseholmen (ingresso gratuito) e Amager Strandpark potrete farvi un bagno e prendere il sole su delle spiaggie più o meno artificiali.

Siamo sempre in Danimarca, quindi non aspettatevi le Maldive.

 

Un post condiviso da Misha Khan (@m92khan) in data:

La casa è condivisione

I danesi condividono tutto. Sarà perchè come vi ho detto nel mio primo post su questo paese (lo trovate qui), la Danimarca è tranquillità e felicità e per essere felici bisogna condividere, pensare all’altro, essere empatici ed avere spirito di squadra.

I danesi sono coloro i quali hanno inventato il concetto di cohousing. L’architetto danese Jan Gødmand-Høyer, negli anni ’60, ideò la prima unità abitativa condivisa con un gruppo di amici: diversi appartamenti, in un unico condiminio, con alcuni servizi comuni, tra cui i servizi igienici, lavanderia, palestra, etc.

Quando il cohousing ha smesso di funzionare, alcuni hanno trasformato una stanza del proprio appartamento in bagno, altri avevano a disposizione solo uno sgabuzzino ed hanno utilizzato quello. La conseguenza sono bagni piccolissimi, con tutti moooolto vicino. Preparatevi a sentire quel senso di soffocamento tipico di un bagno danese.

Come non amare i musei-ricostruzione

Sarà che la Danimarca non ha un patrimonio culturale particolarmente ricco, ma sono stati abbastanza bravi a trovare un modo per tramandare ai bambini, ed alle generazioni future, la loro storia.

Hanno realizzato un sacco di musei, per lo più all’aria aperta, in cui vivere e comprendere la vita nel paese attraverso le varie epoche storiche.

Dai vichinghi, per cui ci sono musei-ricostruzione in ogni parte della Danimarca, a quelli creati spostando delle abitazioni tipiche danesi, a Legoland.

curiosità sulla Danimarca

Architettura urbana

Ecco la curiosità sulla Danimarca sulla tema architettura.

Tutto appare in trasformazione, sempre alla ricerca di un qualcosa di particolare e diverso, mai visto. Dai container galleggianti che diventano abitazioni per studenti, alla biblioteca che da una parte sembra la scuola di Harry Potter e dall’altra pare ultra moderna.

In centro si vede anche un’inceneritore (si, non è il massimo), ma il cui tetto è stato progettato per diventare una pista da sci.

curiosità sulla Danimarca