La scorsa domenica ho trovato un modo molto carino per passare un pomeriggio vicino a Cantù, in piena Brianza. Da qui questo post su cosa vedere in Brianza.

Come vi avevo anticipato sulla mia pagina Facebook, il 15 Ottobre si è tenuta la giornata del FAI di autunno.

In queste giornate, che ci sono anche in primavera, il FAI apre le porte di molti luoghi di norma non sempre visitabili durante l’anno. Dei Ciceroni, spesso ragazzi dei licei della zona, si occupano delle visite guidate per i visitatori. Si fa un’offerta libera per sostenere l’associazione o ancora meglio si sottoscrive la tessera annuale.

Io questa volta ho scelto di visitare un’azienda, uno showroom per la precisione. Una cosa un pò diversa dai soliti musei o Ville, ma altrettanto interessante.

Ecco cosa vedere in Brianza un pomeriggio di autunno: un’azienda simbolo della zona, Riva 1920.

Riva ed il legno

Da sempre l’azienda si occupa di arredo seguendo una filosofia naturale: recupero di legno caduto in seguito ad eventi naturali per realizzare arredi di lusso e design.

Pensate che uno dei punti forti nella collezione dell’azienda è il recupero delle briccole, i pali in rovere che a Venezia segnalano alle barche le via da intraprendere.

cosa vedere in Brianza

Le collaborazioni con architetti e designer di primo piano hanno fatto conoscere sempre più il nome di Riva 1920 negli anni.

Da quella con Renzo Piano, a quella con Karim Rashid per il salone del mobile, fino ad arrivare alla presenza di Riva 1920 all’Expo di Milano.

cosa vedere in Brianza

Lo show-room in Brianza

Il bellissimo show-room  realizzato in larice, è caratterizzato da tre piani distinti.

Al piano terra sono esposti degli arredi unici e bellissimi: la qualità del legno e delle lavorazioni è percepibile dando anche solo una veloce occhiata.

Ci sono tavoli enormi realizzati con legno del Kauri, un legno estratto dal sottosuolo della Nuova Zelanda, delle sedute create partendo da un unico blocco di legno modellato alla perfezione. A contornare lo show-room, una collezione privata di biciclette d’epoca di proprietà della famiglia.

cosa vedere in Brianza

Il primo piano è un’esposizione di materiali ed oggetti utilizzati per la lavorazione del legno: in occasione della giornata del FAI erano esposti qui dei violini bellissimi.

cosa vedere in Brianza

Pangea simbolo di dialogo tra i popoli

Il secondo piano è caratterizzato da Pangea, un tavolo che l’azienda ha realizzato per l’Expo di Milano in collaborazione con l’architetto de Lucchi.

Pangea, il continente originario con tutte le terre emerse che ha generato poi gli attuali continenti: il tavolo voleva essere un enorme simbolo di dialogo tra tutte le culture presenti all’Expo.

cosa vedere in Brianza

I teli rossi nello stabilimento produttivo

Oltre allo show-room, in occasione della giornata del FAI di autunno, ci è stato permesso di visitare lo stabilimento produttivo: abbastanza piccolo, qui viene realizzata una delle linee di Riva 1920. Gli altri stabilimenti sono sempre in Brianza, in paesi molto vicino a Cantù.

La particolarità di questo stabilimento?i legni e gli arredi in lavorazione erano coperti da teli rossi, ovviamente marchiati Riva 1920. Il tutto per evitare che vengano danneggiati dai raggi luminosi.

cosa vedere in Brianza

Io ho visitato questo show-room in occasione della giornata del FAI di autunno, ma è aperto anche in altre occasioni (qui trovate gli orari): l’unica cosa è che non avrete giovani Ciceroni come guide 😊.

Spero di avervi dato un’idea su cosa vedere in Brianza: dopotutto non è così male nel suo grigiore autunnale 😎