Questo weekend sono stata nelle Langhe: non nelle più note Alba e Barolo, ma a Cherasco. Ho scoperto dell’esistenza di questo paesino proprio ad Alba, durante VINUM (dove vi consiglio di andare ). Una signora gentilissima ci aveva consigliato cosa vedere a Cherasco durante la manifestazione Nel Giardino del Castello e così ho fatto.

Cherasco è un paesino non troppo piccolo nel cuore delle Langhe, in provincia di Cuneo, facilmente raggiungibile da Torino in un’oretta. Per le giornate Nel giardino del Castello, il 20 e 21 maggio, tutti i principali luoghi di interesse erano aperti e visitabili gratuitamente con visite guidate.

Cosa vedere a Cherasco

Qua sotto vi lascio una carrellata su cosa vedere a Cherasco in un giorno.

Vi parlerò di cosa ho visitato io durante questa manifestazione, informatevi per orari di apertura in altri periodi/giorni dell’anno.

I giardini del castello

Il castello in questione è quello visconteo, voluto da Luchino Visconti nel 1348 ed ora proprietà privata. Il suo giardino è però aperto al pubblico e durante la manifestazione Nel giardino del Castello erano allestite tantissime bancarelle con fiori, odori, erbe profumate e piante. A questo si aggiungevano anche degli allestimenti di arredo da giardino e prodotti enogastronomici tipici.

Cosa vedere a Cherasco

Bellissimi i lavoretti dei bambini delle scuole e molto divertente scoprire piante di cui non avevo mai sentito parlare (il basilico rosso ad esempio ).

Cosa vedere a Cherasco

Una passeggiata tra i cortili del centro

Per questa occasione la via centrale di Cherasco era un susseguirsi di eventi ed attrazioni. Dal pittore che dipingeva fuori dall’atelier, al musicista che faceva risuonare il suo piano per tutta la via, ai cortili aperti al pubblico.

Da centro paese partivano le visite guidate gratuite che ti portavano alla scoperta di Cherasco e dei suoi cortili aperti. Da quelli privati a quelli comunali, ho visitato delle vere e proprie isola di pace inaspettate al di là delle facciate dei palazzi del centro.

Cosa vedere a Cherasco

Il giardino della Chiesa di San Pietro

Proseguiamo l’elenco di cosa vedere a Cherasco con il giardino della canonica.

Il giardino attuale è il risultato di una recente ristrutturazione architettonica voluta dal Comune: mentre gli altri giardini sono privati, questo è stato interamente finanziato dal Comune che ha arruolato degli architetti per riqualificarlo.

L’obiettivo è quello di ricreare l’ambiente di una vecchia comunità religiosa basata sul rapporto uomo-natura. Le diverse stradine ciottolate interne dividono i tanti spazi in cui vengono coltivate diverse piante tra cui menta, timo, salvia (tra quelle più note).

Il profumo che sovrasta tutti gli altri è sicuramente quello della rosa che predomina nel giardino.

Chiesa della Madonna del Popolo

Al fondo della via principale si trova il bellissimo Arco Trionfale costruito dal 1647 al 1688. Girando a sinistra, subito dopo l’Arco, vedrete un’imponente chiesa ultimata nel 1702.

La Chiesa è molto bella e curata nei dettagli: tantissimi stucchi aprono la vista all’enorme cupola centrale, la terza più grande del Piemonte.

La sinagoga

La sinagoga è bellissima. Non è facilmente identificabile dall’esterno, ma questo era l’obiettivo anche all’epoca del suo utilizzo, da fine Ottocento in poi.

Le stanze della sinagoga si raggiungono dopo aver fatto qualche rampa di scala in quello che era il vecchio ghetto ebraico. Tra le diverse sale, la più bella è sicuramente quella in cui la comunità si riuniva in preghiera, ma ci sono anche una sala per lo studio ed una con una mostra sulle sinagoghe piemontesi (non pensavo ce ne fossero così tante!).

Oggi la sinagoga non è più attiva (l’unica rimasta in Piemonte è a Torino), e purtroppo è visitabile solo in occasione di questi eventi. Se vi capita fateci un salto perché merita la visita.

Appena fuori dal portone, sulla destra, c’è una Pietra d’inciampo in ricordo di una madre che, con la sua bambina, venne deportate da questo ghetto nel 1943.

Cosa vedere a Cherasco

Il Museo della Magia

Non avevo mai sentito parlare di un Museo della magia e mi ha molto incuriosito trovarlo in questo paesino delle Langhe. Dalle antiche origini di magia ed illusionismo, ai personaggi che hanno fatto la storia della magia: il tutto in un percorso che coinvolge tutti, dalla bocca della verità al giardino delle fate.

Un post condiviso da Noemi Carabetta (@noemi_carabetta) in data:

Ora alcune informazioni più pratiche

Dove mangiare?

Dopo avervi parlato di cosa vedere a Cherasco, ora vi parlo di dove mangiare a Cherasco. Il paesino è pieno di osterie abbastanza economiche (dagli 8 ai 12 € a piatto) e sicuramente buonissime.

Se è una bella giornata e non avete voglia di fare un pranzo troppo impegnativo, vi suggerisco “La Lumaca” (non l’osteria, ma il baretto poco prima, verso il Municipio).

Ha un pò di tavolini all’aperto e si possono mangiare dei piatti tipici spendendo veramente poco come tajarin con le lumache, acciughe al verde o un semplice tagliere di salumi e formaggi buonissimi. Poi la cameriera è troppo carina e gentile.

Quando andare?

Ho raccolto dal mio fantastico volantino turistico, alcune date che mi sono parse interessanti per visitare Cherasco, e le Langhe in generale, in questo 2017.

Molto probabilmente potrete trovare musei aperti e manifestazioni come quelle sopra citate, ma controllate prima siti e pagine FB degli eventi per averne la conferma.

11 giugno: il Mercato del Retrò dagli anni ’60 agli anni ’90

23-25 giugno: Festival della Rana

2 luglio: Mercato del libro antico, della musica, della discografia

21 – 23 luglio: Cherasco Festival

10 settembre: mercato dell’antiquariato e del collezionismo

29 – 30 settembre e 1 – 2 ottobre: Festival della chiocciola da gastronomia in cucina

12 novembre: mercato dei prodotti alimentari biologici e naturali e del cioccolato

3 dicembre: mercato dell’antiquariato e del collezionismo

Spero che questo post su cosa vedere a Cherasco vi possa essere utile per un weekend nelle Langhe un pò diverso dal solito.