Bordeaux e Tolosa, cinque giorni tra Aquitania e Occitania

Ponte dell’Immacolata 2016.

Anche per una non milanese che lavora in un’azienda con origini milanesi è d’obbligo cercare di fare il possibile per partire per un mini viaggio pre-natalizio.  Non essendomi organizzata per tempo e volendo un volo low cost, la scelta ricade su EasyJet e su Tolosa.

L’alternativa sarebbe stata la Transilvania tra castelli di Dracula e neve, ma il clima, probabilmente ostico, ci ha un pò scoraggiati.

Cosa abbinare a Tolosa in questo mini tour della Francia sud occidentale?

Google maps “alla mano” e la scelta ricade ovviamente su Bordeaux, nella vicinia Aquitania, facilmente raggiungibile in treno in poco più di due ore.

Quindi è fatta, il nostro mini-viaggio sarà tra Bordeaux e Tolosa. Prenotiamo i voli con partenza il 7 dicembre (11.50 con arrivo alle 13.20) e ritorno l’11, (13.25 con arrivo alle 14.45) per un totale di circa 80€ a testa a/r.

Il programma prevede di raggiungere subito Bordeaux in treno per passare qui le giornate dell’8 e del 9, per poi tornare il 10 e l’11 a Tolosa.

Bordeaux e Tolosa

Nota: Bordeaux e Tolosa sono collegate molto bene all’Italia grazie ad Easyjet ed ora ci sono offerte per raggiungere le due città, in febbraio e marzo ad esempio, a meno di 40€.

Per quanto riguarda gli alloggi, notando da booking che i costi di hotel e appartamenti erano piuttosto alti, ci siamo affidati al caro AirBnb .

Florent a Bordeaux e Bruno a Tolosa sono stati due host molto disponibili e simpatici. Florent addirituttura credo ci abbia lasciato direttamente il suo bilocale da studente di architettura.

Bordeaux è un pò più grande quindi meglio soggiornare entro l’area delle vecchie mura cittadine o immediatamente fuori. Tolosa è più piccolina, quindi tutto ciò che è sulla sponda destra della Garonna è facilmente raggiungibile.

Il 7 dicembre mattina, Easyjet pare abbia ridotto ulteriormente gli spazi tra i sedili, ma fortunatamente il volo dura circa un’oretta e possiamo finalmente sgranchirci le gambe. Lo facciamo facendo una bella coda per i controlli di sicurezza. Polizia ed esercito sono molto più prensenti rispetto alla mia ultima visita in Francia e la cosa si nota chiaramente soprattutto in stazioni ed aeroporti.

Una volta usciti dal piccolo aeroporto di Tolosa, (è molto piccolo, se dovete acquistare del cibo al ritorno fatelo immediatamente prima dei controlli o appena dopo) ci sono due alternative per raggiungere il centro.

Uno shuttle (5€) che in 20 minuti ti porta in centro città (fermate Gare Matabiau, Jean-Jaurès e Jeanne d’Arc) ed un tram cittadino più economico (1.60€).

L’economicità di questo tram è inversamente proporzionale alla sua velocità: dall’aeroporto al palazzo di giustizia (non in centrissimo e comunque lontano dalla stazione) ci vogliono circa 60 minuti. In alcuni tratti i pedoni erano più veloci di noi sul tram. Il mio consiglio è quindi di fare un investimento e puntare sullo shuttle.

Dall’aeroporto di Tolosa, ignari della fregatura nascosta dietro un pulitissimo e nuovissimo tram e allettati dal prezzo, decidiamo di prenderlo per raggiungere Gare Matabiau (tram fino al palazzo di giustizia appunto e poi a piedi).

Bordeaux e Tolosa

Dal sito delle ferrovie Francesi avevamo prenotato un treno, simile ai nostri FrecciaBianca ma molto più sporco e mal tenuto, per Bordeaux. Noi abbiamo scelto questa tipologia di treno per questioni di orario, ma si può benissimo prenotare anche il TGV che sicuramente offre dei servizi migliori.

In due ore (un pò meno probabilmente con il TGV) e con 15€ (uguale per il TGV se in offerta) raggiungiamo la città del vino.

Subito fuori dalla dalla stazione Gare St-Jean di Bordeaux noterete il tram C. Molto frequente e comodo, con 1.60€ vi porterà in centro città. Potreste anche arrivarci a piedi in 20 minuti, ma causa stanchezza per il viaggio decidiamo di poter essere un pò pigri.

Bordeaux e Tolosa

In  generale le due città sono piuttosto piccole e si possono quindi girare tranquillamente a piedi (eccetto per raggiungere la città del vino a Bordeaux). Sono entrambe abbastanza economiche, la maggior parte dei ristoranti propone menù fissi con prezzi che vanno dai 15 ai 22 € e non uscirete assolutamente affamati.

Il clima a dicembre era abbastanza particolare, molto freddo la mattina e la sera e praticamente primaverile durante il giorno. Tradotto vestirsi a cipolla.

A bordeaux abbiamo trovato poca propensione verso il turista, in alcuni locali siamo stati pressochè ignorati mentre altri francesi erano seguiti ed indirizzati nella scelta.  

A Tolosa invece l’opposto, tutti si prodigavano in consigli in inglese e ci chiedevano addirittura se avessimo bisogno di aiuto vedendoci con una mappa in mano.

Nei prossimi post continueremo la nostra avventura di Cinque giorni tra Bordeaux e Tolosa